Vai al contenuto

La mia Wishlist

Profilo

Spedizione gratuita

Area Medici
Carrello 0 0,00

Spedizione gratuita

Area Medici

La mia Wishlist

Profilo

Spedizione gratuita

Area Medici

La mia Wishlist

Profilo

DIGESTIONE DIFFICILE: 5 CONSIGLI PER RISOLVERE LA SITUAZIONE

 Picnogenolo®*: cos’è, dove si trova e a cosa serve

Il senso di pesantezza alla bocca dello stomaco, il bruciore che arriva alla fine di ogni pasto, difficoltà nel prendere sonno. Sono tutti sintomi che chi soffre di difficoltà nella digestione conosce fin troppo bene. La difficoltà digestiva è un fenomeno che si può aggravare con l’età; col passare del tempo può capitare che alcuni alimenti che non ci hanno mai creato problemi, diventino indigesti. 

Per chi soffre di digestione difficile il periodo delle feste è sempre più complicato: le svariate cene di Natale, tra quelle aziendali, quelle con gli amici e le varie visite ai parenti, hanno sempre come protagonisti cibi elaborati, salse pesanti e fritti che sono tra i principali nemici di chi ha uno stomaco debole. 

Per risolvere il problema abbiamo stilato una serie di consigli: 

1. LARGO AI CIBI SEMPLICI 

Sottrarsi alle cene non si può ma almeno potete recuperare quando si tratta dei pranzi. Scegliete di mangiare cibi facilmente digeribili come, riso, finocchi, carciofi. Aumentate l’apporto di fibre prediligendo cereali integrali e aumentando la quantità di legumi, mele, tutta la famiglia del cavolo e verdure a foglia verde scuro. 

2. STOP A PREPARAZIONI ELABORATE 

Le lasagne della zia sono sicuramente meravigliose e i fritti della mamma abitano i vostri sogni, che però purtroppo diventano incubi quando alle 3:00 avete ancora gli occhi sbarrati. Per evitare che in famiglia si offendano, concedetevi lo strappo alla regola solo in particolari occasioni e per tutti gli altri giorni evitate alimenti dalle preparazioni troppo complesse, fritte o salse piene di burro. 

3. ATTIVITÀ FISICA 

Sconsigliato effettuare allenamenti anche basilari subito dopo aver mangiato, per evitare di sollecitare la nausea che può comparire in tutti ed, in particolare, in chi ha una digestione difficoltosa

4. NON SOLO COSA MA ANCHE COME 

Per quanto riguarda l’alimentazione non è importante solo controllare l’alimentazione ma anche mettere in pratica una serie di comportamenti per facilitare la digestione. Ad esempio, è importante masticare con attenzione per rendere i pezzi di cibo ingeriti più facili da processare. L’acqua gioca un ruolo fondamentale, si consiglia infatti di bere molto, per evitare il ristagno di alimenti nello stomaco.  

Anche il sonno non è da trascurare, infatti la digestione è un processo che richiede molte energie e non riposare adeguatamente può indebolire il fisico. Per favorirla si consiglia di andare a dormire almeno 2 ore dopo l’ultimo pasto. 

5. ASSUMERE INTEGRATORI ALIMENTARI 

Ci sono diversi elementi che possono essere assunti sotto forma d’integratore alimentare che favoriscono l’assorbimento degli alimenti come ad esempio: il timo, l’anice, il finocchio, il cumino e la genziana conosciuti appunto per le loro proprietà digestive e decongestionanti, che eliminano il senso di pesantezza e il gonfiore dello stomaco. 

Anche l’ananas o meglio la bromelina contenuta al suo interno aiutano a diminuire il senso di pesantezza e a favorire il normale funzionamento dello stomaco, oltre al drenaggio dei liquidi. 

Per eliminare i sintomi della digestione lenta come reflusso e bruciore si può assumere l’amido di riso fermentato, ricco di enzimi proteolitici che aiutano il processo digestivo. 

Puoi trovare ulteriori informazioni sugli integratori che aiutano la corretta digestione nella sezione Digestione e gonfiore del nostro sito. 

Condividi su

Sei un medico ? Richiedi un campione di Rescue Veno
Il mio carrello
Il tuo carrello è vuoto.

Sembra che tu non abbia ancora fatto una scelta.

Skip to content